Questo sito potrebbe utilizzare cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Leggi

Home Little Genius Metodologia

Metodologia


La nostra scuola segue il curriculum britannico e quello Nazionale Italiano. Inoltre applichiamo un metodo educativo denominato ICE ® (Infinite Child Evolution) specifica ed esclusiva per le generazioni di nativi digitali.

La metodologia ICE©-Infinite Child Evolution©

L’influenza principale sul nostro programma educativo è data dalla metodologia ICE© (infinite Child Evolution© methodology), (contattaci per informazioni). Questa metodologia richiede che il programma educativo sia in costante evoluzione per poterlo mantenere aggiornato con gli sviluppi di pensiero, le innovazioni e le visioni per il futuro.

ICE sfida gli attuali sistemi educativi riguardo ai metodi di insegnamento applicati e le conoscenze insegnate, respingendo la certezza e dimensione unica di tutte le sfaccettature di una tradizionale giornata scolastica del bambino anche in relazione alla sostanza/contenuti delle materie insegnate.
I contenuti delle materie e, cosa più importante, le basi sulle quali si basano l’insegnamento e l’apprendimento (come postulate dalla cultura educativa dominante) vengono esaminati e privati di pregiudizi e discriminazioni/esclusioni a carattere sociale e ideologico al fine di incrementare gli effetti del processo educativo. Si spinge dunque alla razionalizzazione e oggettivazione il criterio usato per l’inclusione ed esclusione delle informazioni insegnate in classe, ovvero si riporta su un piano puramente oggettivo qualunque materia d’insegnamento, privandola di accezioni ideologiche. Ad esempio un evento storico viene osservato dai punti di vista di tutti i soggetti che vi furono coinvolti, mirando a insegnare al discente la piena oggettività dei fatti, siano essi storici, sociali, scientifici. Così la metodologia ICE può essere applicata ad ogni programma educativo già esistente; la sua esistenza/applicazione ridurrà il pregiudizio.
Questa posizione e’ cruciale o essenziale del sistema educativo ICE.
Influenze importanti sul nostro programma educativo in linea con la metodologia ICE®:

Il pensiero creativo di Edward De Bono e i 6 cappelli per pensare

Altra importante influenza al nostro curriculum è data dallo schema di pensiero di Edward De Bono dei 6 cappelli, sul quale il nostro staff è stato addestrato. Questa modalità di pensiero incoraggia i bambini a prendere in considerazione molteplici realtà e variabili nel processo decisionale e nella considerazione delle conseguenze derivanti dalle proprie azioni e da quelle degli altri. Questa modalità di pensiero verrà applicata a tutto il curriculum.

Curriculum Guidance nel Foundation Stage

Stiamo inoltre integrando il nostro curriculum con aspetti del Curriculum Guidance for the Foundation Stage (del Dipartimento Britannico per l’Istruzione/le Qualifiche e l’ente Curriculum Authority-Dfee/QCA), Little Genius International osserva le loro aree di apprendimento e le loro raccomandazioni pratiche.

Le sei principali aree di apprendimento definite (guida Dfee/QCA) nel curriculum di Little Genius International sono:

- Sviluppo personale, sociale ed emotivo
- Comunicazione, lingua e letteratura
- Sviluppo matematico
- Conoscenza e comprensione del mondo
- Sviluppo fisico
- Sviluppo creativo

IL METODO WALDORF-STEINER: Promuovere l’istruzione attraverso l’affetto e il sentimento – "l’elemento umano”, “il discorso vivo”, cioè l'istruzione si deve basare sul bambino e non sull'argomento. I principi dell’euritmica con l'enfasi sulla creatività e sull'immaginazione attraverso il curriculum.

IL METODO GLEN DOMAN: Insegnare a leggere attraverso la presentazione di intere parole e frasi, ricche di significato e di interessi, piuttosto che con singole lettere;

IL METODO MONTESSORI: Apprendere attraverso attività auto-motivate, dove gli ambienti strutturati con materiali preparati sono organizzati in una sequenza programmata, che consente ai bambini di lavorare con un elevato livello di indipendenza ed una considerevole stimolazione dei sensi;

LE IDEE DI LEV VYGOTSKY: L’uso dello “sviluppo prossimale” nella pianificazione del curriculum, enfatizzando la centralità del gioco nella crescita e il ruolo del dialogo nella comunicazione e nell'interazione durante l'insegnamento;

LE IDEE DI JOHN HOLT: Il supporto ai bambini nell’apprendimento, comunque consapevoli della distruttività di un aiuto eccessivo, che ritarda lo sviluppo del bambino;

LE IDEE DI PIAGET: I bambini organizzano attivamente e costruiscono la loro conoscenza, sviluppando i propri schemi di interpretazione personale, con l’apprendimento e non con l’imitazione passiva. L’importanza di consentire ai bambini di vivere le esperienze di prima mano e con il tempo per riflettere, incoraggiandoli a chiedere;

IL METODO PLAN- DO- REVIEW (PIANIFICA-FAI-RIVEDI): L’importanza dell’apprendimento iniziato dal bambino con l’idea che l’apprendimento infantile abbia maggiore successo quando i bimbi sono liberi di scegliere le attività in un ambiente strutturato, che consente di sviluppare un certo grado di autonomia in questa fase. Questo metodo è associato a vantaggi di lungo termine particolarmente significativi e noi possiamo applicarlo solo grazie al nostro rapporto positivo adulto-bambino.

LEARNING BY TEACHING (“Imparare insegnando” German: Lernen durch Lehren, short LdL) Indica attualmente il metodo di Jean-Pol Martin che prevede che gli studenti si preparino ed impartiscano lezioni, o parti di lezioni ai propri compagni.